Un tour fotografico di New York

New York è una città molto variegata, con bellissimi edifici antichi e grattacieli lucenti appena costruiti, luoghi di interesse di tutti i tipi, sorprese nascoste dietro ogni angolo e un assortimento di persone, residenti e turisti, che non ha rivali.

L’energia, la velocità e la creatività che si toccano con mano sulle strade ogni giorno la rendono un vero paese dei balocchi per ogni tipo di fotografia.

Anche se Manhattan è probabilmente il posto più fotografato al mondo, non voglio parlare delle cose più famose come l’Empire State Building, la Statua della Libertà o il Grattacielo Flatiron.

Nessun viaggio a New York è completo se non si visitano queste attrazioni, ma c’è molto di più da scoprire.

Questo articolo vuole scavare un po’ più a fondo, catturare la vera essenza della città e svelare i suoi angoli più belli.

Prima di continuare, ricorda che ci sono molti negozi che noleggiano attrezzatura per fotocamere, come Foto Care, Calumet, Adorama o CSI. Quindi, quando sei qui, noleggia per una settimana quell’obiettivo o quella macchina fotografica che hai sempre voluto. Puoi approfittarne per munirti di un treppiede o noleggiare addirittura una Leica!

I palazzi più belli, i luoghi di interesse meno conosciuti e gli scorci migliori

Il più antico tunnel della metropolitana al mondo
Il più antico tunnel della metropolitana al mondo

Sotto Atlantic Avenue a Brooklyn c’è il più antico tunnel della metropolitana al mondo: risale al 1844. Venne chiuso nel 1861 e dimenticato completamente, finché nel 1980 uno studente di ingegneria di diciannove anni, Bob Diamond, non lo ritrovò dopo un anno di ricerche.

Diamond ha organizzato giri turistici nel tunnel per trent’anni, facendo entrare i visitatori da un tombino che si affaccia sulla strada. Purtroppo però, di recente, le visite sono state bloccate dal Dipartimento dei Trasporti. È in corso una battaglia legale per riaprirle, quindi si spera che ripartano presto.

Il tunnel è lungo 8 km e ha una volta alta 5 metri. Si dice che ci sia persino una vecchia locomotiva nascosta dietro al muro che blocca il passaggio, in fondo al tunnel. A questo link puoi trovare ulteriori informazioni sul tunnel e sui giri guidati.

La stazione inutilizzata della metropolitana di City Hall
La stazione inutilizzata della metropolitana di City Hall

Un altro giro turistico della metropolitana, organizzato dal New York Transit Museum, permette di visitare la bellissima e antica (nonché inutilizzata) fermata della metropolitana di City Hall, che una volta era la punta di diamante della Metropolitan Transportation Authority (l’azienda di trasporto di New York).

Le visite organizzate non sono frequenti e per accedervi devi essere un membro del museo, ma c’è un trucchetto per vederla dalla linea 6. Quando arrivano al capolinea per invertire la direzione, i treni della linea 6 attraversano questa stazione, quindi la si può ammirare attraverso i finestrini dei vagoni.

Per farlo devi raggiungere l’ultima fermata della linea 6 (Brooklyn Bridge-City Hall) e guardare dal lato da cui si chiudono le porte. Cerca di trovarti in uno dei vagoni al centro del convoglio e sta’ attento perché la attraversa velocemente. Molte persone la prima volta non riescono a vederla, quindi potresti aver bisogno di passarci due volte. Non preoccuparti di restare sul treno dopo l’ultima fermata: adesso è legale.

L'American Standard Building, l'ingresso del Chrysler Building, la libreria pubblica di New York e l'Alwyn Count
L’American Standard Building, l’ingresso del Chrysler Building, la libreria pubblica di New York e l’Alwyn Count

Voglio anche indicarti alcuni dei miei palazzi preferiti, di cui magari non hai mai sentito parlare.

Sulla 42esima strada, vicino a Bryant Park, si trovano sia la libreria pubblica di New York che l’American Standard Building, che oggi è un hotel, ma in origine era stato costruito per l’American Radiator and Standard Sanitary Company, nel 1924.

Da quelle parti puoi fare dell’ottima fotografia di strada al Grand Central e un paio di isolati più avanti troverai l’ingresso del Chrysler Building, che ha il più sontuoso ingresso art déco della città. È ricoperto da affreschi ed è assolutamente un luogo da visitare. L’Alwyn Court, invece, è l’edificio più decorato della città, si trova un isolato a sud di Central Park, sulla 7th Avenue.

Una delle viste dal bar sul tetto del James Hotel
Una delle viste dal bar sul tetto del James Hotel

Non puoi passare da New York e perderti i paesaggi urbani: ci sono tantissimi posti in cui goderteli.

Ovviamente puoi farlo dall’Empire State Building e dal Top of the Rock, ma ci sono anche tantissimi altri locali situati all’ultimo piano di edifici che offrono viste incredibili. Due dei miei preferiti sono il James Hotel e l’Ink48.

Non c’è niente di meglio che fare uno scatto del paesaggio urbano di New York mentre bevi qualcosa di buono. Inoltre, se visiti il Metropolitan Museum of Art durante uno dei mesi più caldi, non dimenticarti di salire sul tetto, che offre una delle più belle viste possibili su Central Park.

Il Ponte di Brooklyn e il Brooklyn Bridge Park propongono viste indimenticabili della parte inferiore di Manhattan, soprattutto di notte.

E se fa abbastanza caldo da stare all’aria aperta anche i Water Taxi ti offriranno bellissimi panorami: si tratta delle imbarcazioni che effettuano giri turistici sulle acque di New York. Cammina sul ponte di Brooklyn, esplora il parco e poi torna indietro con il water taxi.

Da ultimo, un posto dove amo fare passeggiate, anche se è un po’ fuori mano, è il Ponte di Manhattan, che offre una visuale bellissima del Ponte di Brooklyn. Percorrilo e poi torna indietro, perché dall’altra parte non c’è molto da vedere.

Le zone migliori per la fotografia di strada

Non puoi visitare New York senza provare a fare fotografia di strada. Le persone sono l’aspetto più interessante, importante e creativo della città.

Cattura la vita e la moda che si respirano lungo le strade e avrai fotografato la vera essenza di New York. Ecco alcuni dei miei punti preferiti.

Signora in rosso, 5th Avenue
Signora in rosso, 5th Avenue

L’angolo tra la 57esima strada e la 5th Avenue è uno dei posti più famosi in assoluto di Manhattan.

In qualsiasi momento arrivi troverai un misto di newyorchesi assolutamente alla moda, sia tra “i ricchi” che tra le persone normali e i lavoratori. Molti sono anche i turisti dall’aspetto interessante, provenienti da tutto il mondo.

Questa ampia strada, inoltre, ha una luce fantastica per tutto il giorno, quindi approfittane.

Cammina verso sud lungo la 5th Avenue, fermandoti agli angoli più caratteristici, guarda le persone finché non arriverai alla 42esima strada, l’area di Bryant Park. Questo tratto di Manhattan è uno di quelli che vengono fotografati di continuo dal famoso fotografo di moda di strada Bill Cunningham, quindi -chissà- potresti persino imbatterti in lui!

Angolo tra Prince Street e Broadway
Angolo tra Prince Street e Broadway
Ragazza a SoHo
Ragazza a SoHo

SoHo probabilmente è la mia zona preferita per fotografare persone. Puoi girovagare ovunque e trovare gente interessante e angoli nascosti, ma il migliore è quello tra Prince Street e Broadway, vicino alla fermata delle linee N e R.

Il mio preferito è il pezzo di Broadway tra questo angolo e Canal Street. Ricorda, inoltre, che l’angolo di Prince Street è solo a quattro brevi isolati da Lombardi’s Pizza.

L’angolo tra Broadway e Canal Street (dove c’è il centro di vendita delle borse false) ci conduce a Chinatown, che è sempre brulicante di persone, di giorno e di notte.

Dirigiti verso sud-est e non dimenticare di passare per Doyers Street, soprannominata “l’angolo del sangue” e apparsa in molti film e programmi televisivi.

Là vicino c’è anche Columbus Park, che è sempre pieno di tavoli con vecchi cinesi, uomini e donne, che scommettono, giocano e ascoltano musica. È un posto divertentissimo, sia da vedere che da fotografare. E già che ci sei, fermati a prendere dei ravioli al vapore (o fritti) da Joe’s Shanghai.

Il centro di Chinatown è attraversato da Bowery Street, una delle strade più incredibili della città, piena di un’assurda varietà di cose e di persone. Bowery Street una volta era una delle strade più abbandonate e trascurate di Manhattan, mentre oggi si sta trasformando rapidamente in un luogo alla moda.

Il punk rock è nato qui e si può ancora vedere il CBGB’s (che oggi è diventato un negozio di John Varvatos).

Visita la fantastica banca ricoperta di graffiti di proprietà del fotografo Jay Maisel e prosegui camminando, finché non arrivi alla mia altra strada preferita, St. Marks Street, una delle vie principali dell’East Village.

Da ultimo, non posso non citare la Mecca della fotografia di strada, ovvero la metropolitana di New York. Imposta la tua fotocamera a 1/200 di secondo con ISO 3200 e prendi la metropolitana, ovunque tu sia. Ci sono stazioni, come Times Square e Grand Central, che sono piene di gente pressoché a qualunque ora del giorno.

Se sei in cerca di ispirazione, guarda i lavori di Bruce Davidson e ricordati che oggi la metropolitana è molto meno minacciosa rispetto ai tempi in cui ha realizzato i suoi lavori.

Stazione della metropolitana N e R, Pois e Scarpe Rosa
Stazione della metropolitana N e R, Pois e Scarpe Rosa

I musei di fotografia e le gallerie che preferisco

Il MOMA (Museo di Arte Moderna), sulla 53esima strada, ha una sezione fotografica che non ha rivali, con centinaia e centinaia di lavori di stampo classico, ma anche molto vari. È il mio posto preferito per andare a vedere fotografie in città e viene cambiato e aggiornato continuamente.

Altri riferimenti molto buoni sono: il Museo ICP, tra la 43esima e la sesta strada (http://www.icp.org/museum), la Leica Gallery, tra Broadway e la Bond Street (http://us.leica-camera.com/culture/galleries/gallery_new_york/), e la Howard Greenberg Gallery (http://www.howardgreenberg.com/), sulla 57esima strada est. Nonostante la Howard Greenberg Gallery non sia dedicata esclusivamente alla fotografia, ha una collezione fotografica davvero imponente.

Se sei un fan della fotografia di Jacob Riis, visita il Tenement Museum, nel quartiere Lower East Side e torna indietro nel tempo, cercando di immaginare come fosse vivere in un antico complesso di appartamenti. Visita il fantastico negozio di libri del museo, poi esci a farti un giro e a goderti la vista delle bellissime facciate dei palazzi e delle scale antincendio del quartiere. Fa’ una pausa al vicino Katz’ Delicatessen, o da Russ & Daughters, per pranzo.

Anche se tecnicamente non è un museo, conta come se lo fosse: lo Strand Bookstore, tra Broadway e la 12esima strada, è la migliore libreria nella quale sia mai stato e ha la più bella sezione fotografica che abbia mai visto. Qui trovi, a dir poco, qualunque cosa. So che il tempo spesso è poco quando si visita New York, ma se sei un fan della fotografia non puoi assolutamente perderti lo Strand: visitarlo ha lo stesso valore che impiegare lo stesso tempo a qualche mostra fotografica.

Un tour fotografico di Central Park South

(Per seguire meglio questo tour di Central Park, quando ti trovi a New York, scarica l’app “Central Park” sul tuo smartphone: ti fornisce una mappa su cui sono segnati diversi punti di interesse e la tua posizione)

Poets' Walk al tramonto
Poets’ Walk al tramonto

Entra nel parco dall’Hotel Plaza, tra la 59esima strada e la 5th Avenue ed esplora la zona del laghetto e di Gapstow Bridge. La vista del ponte con alle spalle l’Hotel Plaza è una delle più classiche della città.

Prosegui verso nord fino a che non raggiungi la Literary Walk (o Poets’ Walk, la camminata dei poeti). Non c’è niente di più bello di questo panorama al tramonto, quindi valuta di tornarci apposta quando il Sole inizia a tramontare.

Cammina verso nord finché non arrivi al Bethedsa Terrace, dove c’è una bella vista del lago. Alla tua destra troverai la zona dove noleggiano le barche: prendine una. È una delle mie cose preferite da fare quando sono in città. Passa sotto Bow Bridge, porta con te dei panini per fare un pic-nic sulla barca e passa un’oretta a esplorare il lago e le sue numerose zone nascoste. Quasi sicuramente ti capiterà di vedere qualche innamorato intento a chiedere alla sua fidanzata di sposarlo.

Barche a remi e il Bow Bridge
Barche a remi e il Bow Bridge

Dopo aver restituito la barca al noleggio, cammina verso ovest fino a Bow Bridge, attraversalo e torna indietro facendo il giro del lago, verso est, fino al Central Park Point. Poi passeggia verso il lato est del parco e, spingendoti verso sud, avvicinati al Dene Shelter, da dove otterrai una vista stupenda sulla parte sud di Central Park. Se hai figli, sappi che lì vicino c’è anche lo zoo, proprio quello dei Pinguini di Madagascar!

Brooklyn

Questo articolo si focalizza soprattutto su Manhattan, tuttavia anche Brooklyn è un quartiere che merita di essere visto ed esplorato. Ci vorrebbe un articolo appositamente dedicato, ha luoghi veramente fantastici per la fotografia.

Rapidamente, un paio di cose da fare e da vedere sono: un giro sulla riva (da cui si ha una vista favolosa di Mahattan), visitare l’area del DUMBO (Down Under the Manhattan Bridge Overpass, ovvero il quartiere sotto il ponte di Manhattan), perdersi in Prospect Park e visitare il Brooklyn Museum e i giardini botanici. E andare a Coney Island.

Se ti piacciono gli edifici in brownstone Brooklyn è il posto giusto per te. Puoi ammirarli girovagando nelle zone di Park Slope, Fort Greene, Brooklyn Heights, Prospect Heights e Cobbie Hill.

Fotografare di notte

A sud di Central Park
Vista dalla 59esima strada

Una riflessione finale. Se c’è mai stata una certezza nel fotografare New York è che, se la città sembra bella durante il giorno, non c’è niente che nemmeno si avvicini alla bellezza degli scatti notturni che la ritraggono.

Quando parlo con le persone o faccio da guida ai turisti cerco di sottolinearlo, ma ho la sensazione che molti non capiscano l’occasione che hanno.

Il mio suggerimento è questo: mentre pianifichi il tuo viaggio, scegli di dedicare una notte all’esplorazione della città. Durante il giorno fai qualche attività che non ti stanchi troppo le gambe, cena rapidamente in un qualche localino poco costoso e poi esci per una lunga camminata.

Central Park di notte è generalmente molto sicuro, almeno finché rimani nelle zone più battute e resti a sud di Bow Bridge. Anche se ti spingi oltre non c’è problema, andrà tutto bene, ma in un certo senso è meglio essere prudenti. Resterai sorpreso dallo scoprire quanto il parco sia affollato di notte durante i mesi più caldi.

Altre zone maghifiche in notturna sono: ovunque a Midtown, il Ponte di Brooklyn, qualunque parte della 5th Avenue, SoHo, Chinatown e l’East Village.

Spero di incontrarti presto qui a New York!

Se vuoi approfondire le tue nozioni di street photography e prepararti nel modo più opportuno a fotografare le strade caotiche e multiculturali di New York, puoi acquistare il mio e book I fondamenti della street photography, nel quale ho raccolto consigli dettagliati e tutta la mia esperienza.

Condividi:

Corso 
gratuito 
di fotografia

Ricevi il nostro corso via mail!

Sei un Fotografo Professionista?

Abbiamo appena aperto le porte di FotoImprenditore, un progetto dedicato ai fotografi, NON per imparare a fotografare ma per promuoversi online ed acquisire clienti.

Fotografo Professionista