Fotografare Roma: porta a casa scatti originali (con esempi)

Fotografare Roma: porta a casa scatti originali (con esempi)

Se sei un fotografo, ogni volta che organizzi un viaggio la prima domanda è: cosa fotograferò?

Alcuni posti sono indubbiamente più fotogenici di altri. Una grande città come Roma, densa di storia e cultura, offre infiniti spunti fotografici.

Quando hai a che fare con una città così visitata, però, devi affrontare anche un altro problema: non sarà troppo inflazionata?

Nel 2019, Roma ha registrato quasi 50 milioni di presenze turistiche. Esiste un posto che non è stato ritratto?
Questo, però, non deve abbatterti. Anzi, puoi affrontarla come una grande sfida. Se metti in moto il tuo occhio fotografico, anche il monumento più famoso può regalarti scatti originali. Basta cercare punti di vista innovativi.

Allo stesso tempo, anche a Roma esistono decine di luoghi meno famosi ma ugualmente affascinanti.
In questo articolo ti aiuterò a fare foto di Roma che ti daranno soddisfazione. Ti indicherò:

  • i posti più conosciuti,
  • i posti meno conosciuti,
  • come fotografare ciò che rappresenta Roma (oltre i monumenti),
  • i migliori libri fotografici su Roma.

I posti più ovvi da fotografare a Roma

Se vai in una grande città come Roma, va bene fare l’alternativo, ma non puoi mancare di fotografare anche i posti più famosi. D’altra parte la documentazione del tuo viaggio deve essere completa.

Per non rischiare di portare a casa foto banalissime, puoi cercare punti di vista innovativi.

Il Colesseo, il Vaticano, Piazza Navona e Piazza Venezia, il Pantheon, il Foro Romano. Sono solo alcuni dei monumenti storici più famosi di Roma, fotografati milioni di volte. Però guarda le foto qui sotto. Grazie ad un punto di vista alternativo, puoi ottenere ugualmente scatti originali.

Guarda qualche esempio:

Basilica di San Pietro. Photo by Xavier Coiffic on Unsplash

Colosseo. Photo by Peter Mizsak on Unsplash

Cupola di San Pietro. Photo by Cristina Gottardi on Unsplash

Foro Romano. Photo by Cristina Gottardi on Unsplash

Piazza Venezia. Photo by Adriano Pucciarelli on Unsplash

Musei Vaticani. Photo by Melissa Askew on Unsplash

Pantheon. Photo by Christopher Czermak on Unsplash

Piazza Navona. Photo by Alberico Bartoccini on Unsplash

Villa Borghese. Photo by Ágatha Depiné on Unsplash

Piazza del Popolo. Photo by Marialaura Gionfriddo on Unsplash

Piazza del Popolo. Photo by Gabriella Clare Marino on Unsplash 

Adesso hai capito cosa ti voglio dire. I fotografi degli esempi qui sopra hanno ritratto soggetti inflazionatissimi, ma li avevi mai visti sotto queste prospettive?

Ricorda una regola fondamentale: va bene il punto di vista alternativo, ma è importante che si riconosca il luogo. Se fotografi il Colosseo e non si capisce che è il Colosseo, allora non va bene.

Lo scatto deve offrire un punto di vista alternativo, ma è indispensabile che racconti la città. Se non si capisce che è Roma e che si tratta di un monumento famoso, allora devi rivedere lo scatto.

Per ottenere scatti originali, è indispensabile una buona conoscenza delle regole della composizione fotografica. Per approfondire, puoi iniziare da questo nostro articolo.

Se vuoi passare immediatamente alla pratica, la nostra guida “Composizione pratica” include esercizi specifici per ottenere foto che catturano lo sguardo.

Uno dei modi per ottenere punti di vista alternativi è quello di abbassarsi a livello del suolo. In questo articolo puoi trovare molti spunti interessanti.

Altrimenti prova queste tecniche:

  • trovare un punto di scatto più alto (quando possibile),
  • mettere in evidenza un particolare e sfocare, sullo sfondo, lo scorcio o il soggetto famoso,
  • catturare il soggetto famoso riflesso (da un vetro, uno specchio o una pozzanghera),
  • includere il soggetto famoso in una cornice (una finestra, una porta o qualunque cornice fisica),
  • fotografare una scena “banale” in cui il soggetto famoso è sullo sfondo, generando un effetto sorpresa.

I posti meno conosciuti da fotografare a Roma

Roma è di una bellezza unica, quindi qualunque posto può essere garanzia di successo. Se ti avventuri nel centro della città, per esempio tra Trastevere e il Gianicolo, troverai centinaia di scorci unici.

Se, invece, vuoi muoverti in maniera più mirata, qui sotto ti faccio un elenco di posti da fotografare a Roma, ma che solitamente risultano sconosciuti al classico turista occasionale.

Ecco l’elenco (molto approssimativo):

  • Isola Tiberina
  • Quartiere Eur
  • Clivo di Scauro
  • Quartiere Trullo
  • Parco degli Acquedotti
  • Giardino degli Aranci
  • Ponte della Musica
  • Piazza Kennedy
  • Buco nella serratura sull’Aventino
  • Cripta dei Cappuccini su via Veneto
  • Lungotevere Castello
  • Reale circolo Canottieri
  • Piccolo Duomo con il Museo delle Anime del Purgatorio
  • Casa dei Mostri (Palazzetto Zuccari)
  • Orto Botanico

Se non sei mai stato a Roma, alcuni di questi forse non li avrai neanche sentiti nominare. Invece offrono degli spunti davvero suggestivi. Guarda le foto qui sotto.

Isola Tiberina. Photo by Massimo Virgilio on Unsplash

Quartiere Eur. Photo by Marie Ginette Amirault on Unsplash

Clivo di Scauro. Wikipedia

Quartiere Trullo. Photo by Nadia Fes on Unsplash

Parco degli Acquedotti. Wikipedia.

Giardino degli Aranci. Photo by Federico Scarionati on Unsplash

Ponte della Musica. Wikipedia.

Piazza Kennedy. Photo by Andrea Peruffo on Unsplash

Buco della Serratura. Aventino. Photo by Galen Crout on Unsplash

Cripta dei Cappuccini. Wikipedia.

Lungotevere Castello – Photo by Gabriella Clare Marino on Unsplash

Reale circolo Canottieri – Photo by Gabriella Clare Marino on Unsplash

Piccolo Duomo. Wikipedia.

Casa dei Mostri (Palazzo Zuccari). Wikipedia.

Orto Botanico. Foto Alessia Rossi.

Fotografare Roma: non solo monumenti

Un altro modo per fotografare una città è attraverso i suoi simboli. Città ricche di storia come Roma sono l’ideale per un racconto di questo tipo.

Un uomo travestito da centurione o una statua richiamano subito l’aspetto storico di Roma. La vespa è il simbolo di “Vacanze Romane”, il film capolavoro di Fellini. Ma anche il formaggio pecorino rappresenta, in tutto il mondo, la città di Roma.

È indispensabile una buona conoscenza della città, prima di partire. Le guide non bastano. Ecco alcuni suggerimenti che possono aiutarti a conoscere meglio la città:

  • guardare film che hanno Roma come sfondo,
  • guardare dei documentari,
  • guardare dei video su YouTube,
  • leggere articoli di riviste di viaggio,
  • leggere blog di viaggio online,
  • guardare libri fotografici su Roma.

A quest’ultimo punto ho dedicato un intero paragrafo più avanti.

Quando hai individuato il dettaglio, concentrati su di esso. Non è necessario scattare una foto ambientata. Cerca di fotografare solo il dettaglio, la resa sarà migliore. In questo senso potrebbe esserti utile utilizzare un teleobiettivo. La lunghezza focale dovrebbe essere almeno superiore agli 85mm.

Usare questo tipo di focale ha un doppio vantaggio: puoi riempire più facilmente l’inquadratura e, grazie alla ridotta profondità di campo, puoi staccare meglio il soggetto dallo sfondo.

Se ti concentri su questi dettagli, puoi trovare un modo alternativo di raccontare Roma. Questo genere di foto arricchisce e completa la documentazione della città che stai visitando.

Photo by Federico Scarionati on Unsplash

Photo by Simona Sergi on Unsplash

Photo by Maria Bobrova on Unsplash

Photo by Michele Bitetto on Unsplash

Photo by Imran Perwez on Unsplash

Photo by Marialaura Gionfriddo on Unsplash

Photo by Gabriella Clare Marino on Unsplash

I libri per ispirarti

I libri che parlano di Roma non mancano davvero. Guide ai monumenti, ai ristoranti e alle attrazioni della città, la fanno da padrone.

Tu però sei un fotografo, quindi hai bisogno di approfondire soprattutto l’aspetto fotografico.

In questo senso, conoscere l’opera dei grandi fotografi che, in qualche modo, hanno rappresentato Roma, può esserti di grande aiuto. Qui sotto ti propongo quattro libri fotografici.

Il primo, con le foto di Gabriele Basilico, si concentra sulle architetture di Roma.

Piranesi Roma Basilico. Ediz. illustrata

“Rome” di Elliott Erwitt è nel pieno stile del grande fotografo americano. All’interno, quindi, troverai scatti di street photography in chiave umoristica. Un perfetto manifesto delle contraddizioni di Roma.

Rome, Small Flexicover Edition [Lingua inglese]: Edition Anglais-allemand-italien

Mimmo Jodice è uno dei più grandi fotografi italiani. Nessuno meglio di lui ha fotografato la società attraverso le linee del paesaggio urbano. Questo suo libro su Roma è anche particolarmente pregiato. Se riesci ad acquistarlo avrai in casa un libro che si rivaluterà nel tempo.

Roma [Lingua inglese]

Infine, una proposta editoriale particolare. Un pacchetto di 5 libri, con 5 diverse “visioni fotografiche” su Roma. Sarah Moon, Alex Majoli, Nadav Kander, Martin Kollar e Tommaso Protti – invitati dal curatore Francesco Zizola. Attraverso il loro sguardo poetico, visionario, crudo e intellettuale, ritraggono Roma, ognuno con la propria particolare chiave di lettura.

Fotografia. Nuove produzioni 2020 per la collezione Roma. Ediz. italiana e inglese

Conclusioni

Fotografare Roma è una delle esperienze più appaganti per un fotografo. Gli spunti fotografici sono sterminati. Ti puoi concentrare sull’architettura, sulla fotografia di strada, sui suoi simboli o sul paesaggio.

L’unico rischio è quello di essere banale, quindi di tornare a casa con foto simili ad altri milioni. Per evitarlo, devi cercare di essere originale. Puoi farlo attraverso la ricerca di punti di vista alternativi, oppure cercando posti meno conosciuti.

Per una documentazione completa della città, puoi cercare di variare la tipologia di soggetti. Puoi alternare paesaggio e fotografia di strada, architettura e ricerca dei simboli tipici di Roma.

Se non ti piace fotografare le persone, puoi provare a scattare delle lunghe esposizioni. Ti servirà un cavalletto e un filtro ND. In questo modo la presenza umana sarà meno invadente.

In alternativa puoi dedicarti alla visione notturna di Roma, quando è meno frequentata dai turisti.

Fotografare Roma in maniera originale può diventare una vera sfida. Una maniera eccezionale per stimolare la tua creatività.

Immagine di copertina di Federico Di Dio photography on Unsplash 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Corso 
gratuito 
di fotografia

Ricevi il nostro corso via mail!